Orari
  • clock Lunedì – Venerdì 9.00 – 12.00 e 15.00 – 19.00 Sabato 9.00 – 12.00
Hai una domanda? Scrivici

    user-3
    email-2
    smartphone

    Implantologia Dentale

    L’impianto dentale è una radice artificiale realizzata di solito in titanio (un tipo di metallo biocompatibile), che sostituisce la radice del dente mancante sulla quale poi viene fissata la protesi. Si rende necessario un impianto quando si verifica la perdita di uno o più denti come conseguenza di una patologia o un trauma, e che restituisce al paziente un risultato simile ad un sorriso naturale.  

    Quanti tipi di impianti esistono e quali sono i vantaggi?

    Sono diversi gli impianti che si possono eseguire a seconda delle esigenze del paziente. È possibile effettuare impianti singoli, ponti su impianti e infine protesi fisse su quattro o più impianti e gli impianti a carico immediato. Tutti questi interventi hanno come vantaggio quello di restituire il sorriso, ridare salute alla bocca, recuperare il piacere di mangiare e trovare la soluzione più efficace e duratura.

    • L’impianto singolo è la soluzione migliore per sostituire un dente mancante, si tratta tra le procedure di implantologia, di quella più semplice da realizzare e che restituisce una completa funzionalità della bocca poiché nel trattamento non vengono coinvolti e quindi intaccati i denti adiacenti.
    • Il ponte su impianti si rende necessario quando il paziente, avendo perso più denti, oltre ad avere problemi legati alla funzionalità e all’estetica, presenta anche una situazione di squilibrio occlusale. Con questo tipo di trattamento è possibile riposizionare i denti in modo fisso e naturale evitando le protesi mobili, grazie al ponte su impianto non è necessario collocare uno ad uno ogni elemento mancante, ma può essere sufficiente un numero ridotto di impianti sui quali posizionare un ponte con i denti mancanti.
    • Le protesi fisse su quattro o più impianti sono rivolte a quei pazienti che non hanno denti e per i quali esistono due soluzioni: la dentiera o una imitazione della dentatura naturale fissata a impianti che simulano le radici dei denti mancanti. La differenza tra i due tipi di soluzioni è rappresentata dal diverso confort.
    • L’impianto a carico immediato è la tecnica implantologica che permette la riabilitazione immediata, cioè una protesi fissa entro le 24-36 ore dall’intervento. È adatto comunque a pazienti selezionati e con determinate caratteristiche ossee. Consiste nell’inserire 4 impianti (all on four) oppure 6 impianti (all on six).

    Raramente succede che a seguito di un intervento di implantologia si possano verificare delle complicazioni. Questo accade in una piccola percentuale di impianti tra il 2 e 3%, dove compare una infiammazione causata da un’infezione.

    L’impianto dentale è paragonabile ad un dente, e come tale può andare incontro allo stesso tipo di problematiche ovvero la comparsa di malattie peri implantari (mucosite e/o peri-implantite) o fratture. Questo chiarisce che un ‘impianto deve essere trattato con la stessa cura e igiene che riserviamo ai denti sottoponendosi a controlli periodici dal dentista.